Analisi Costituzione Ayurvedica

Su appuntamento oppure richiedi online

Il concetto di costituzione (Prakriti) è fondamentale in Ayurveda. Gli individui sono costituiti da 3 caratteri biologici Vata, Pitta, Kapha in combinazioni uniche. Questo fa sì che non ci troviamo mai di fronte a due persone uguali, al massimo a simili tipologie. La determinazione della costituzione permette di comprendere meglio i meccanismi più profondi di un individuo. Con questo è possibile venire a conoscenza di cibi, spezie, erbe medicinali, emozioni, pensieri,  climi, attività, comportamenti, ecc. che facilitano l’equilibrio o inducono uno squilibrio in un particolare individuo, migliorando o aggravando il suo stato di salute. L’analisi comprende :

Consultazione e analisi del vostro Prakriti / Vikruti

Analisi del polso e della lingua, discussione

Consigli sullo stile di vita e alimentazione ayurvedica

70 CHF (45 min. di consultazione durante la prima seduta + guidelines scritte del terapista)

esame polso, Manoveda 2013

Tramite consultazione con il terapista e l’analisi della vostra costituzione naturale, è possibile delineare le tendenze alle malattie nelle varie costituzioni in modo che uno stile di vita preventivo può essere raccomandato per ridurre queste tendenze. La promozione della salute in individui di diverse costituzioni segue quindi un approccio razionale e testato nel tempo, che mira a capire i ritmi e gli impatti biologici della natura su diverse tipologie psicofisiche e utilizza per curarsi tutto ciò che essa offre. Una persona in grado di pianificare una dieta e delle attività di routine che sostengono la sua costituzione sarà in grado di mantenere da sola una buona salute e prevenire l’accumulo di tossine, quindi l’instaurarsi di malattie.

Ogni persona ha una costituzione ayurvedica specifica. L’andare lontano dalla propria costituzione naturale (Prakriti) crea squilibri di salute, e se tali squilibri non vengono affrontati, l’Ayurveda dice che la malattia si può sviluppare. Quindi, il primo segno di squilibrio deve servire da campanello d’allarme, ed è utile a farci fare un leggero cambiamento di comportamento, dolce e naturale, in modo da ritrovare l’equilibrio della nostra bilancia: regolare la nostra dieta, variare le attività quotidiane e prendere rimedi a base di erbe per un certo tempo.
Determinare il proprio Prakriti (equilibrio costituzionale) richiede una valutazione del vostro stato più naturale. Il terapista deve considerare la vostra struttura fisica così come le vostre abitudini e tendenze psicofisiche, mentali ed emotive. Ricordatevi di pensare a come siete quando siete in forma e naturali, piuttosto di come siete quando siete stressati o malati. Quello è il vostro equilibrio, la vostra vera natura.

Gli squilibri dei dosha Vata-Pitta-Kapha (Vikruti, o condizione di corrente) possono manifestarsi in varie fasi, da una sensazione generale di “qualcosa che non va”, a un malessere fino ad arrivare a malattie diagnosticate con complicazioni gravi. Per risolvere questi disequilibri, l’Ayurveda offre una serie di strumenti, terapie, consigli di vita adattati per un particolare carattere biologico o dosha, tra cui le seguenti correzioni:

  • * Dieta appropriata
  • * Stile di vita e di attività appropriate
  • * Massaggi e utilizzo dei punti marma (punti vitali di pressione energetica)
  • * Supplementi a base di erbe
  • * Yoga, Pranayama (tecniche di respirazione) e Meditazione
  • * Processi di pulizia totale del corpo, come il Panchakarma

E più ancora!

Qualunque sia il trattamento, l’obiettivo finale è quello di ristabilire il vostro equilibrio psicofisico naturale dei vostri dosha Vata, Pitta e Kapha. C’è chi naturalmente è predisposto ad avere più Kapha, più Pitta o più Vata. C’è chi ha due dosha dominanti (es. Pitta-Vata), e chi, più raramente, nasce con un equilibrio naturale dei tre dosha presenti in egual misura nel corpo (persona tri-doshica), che quindi è più facile da mantenere.